Area Abbonati
LoginPassword
 





Per visualizzare il testo completo effettuare l'accesso


Miocardite indotta da catecolamine in feocromocitoma

Davide Muratori, Patrizia Pedrotti, Matteo Baroni, Armando Belloni, Giuseppina Quattrocchi, Angela Milazzo, Cristina Giannattasio, Alberto Roghi

RIASSUNTO: Il feocromocitoma è una neoplasia rara, generalmente benigna, ma potenzialmente letale in caso di crisi con rilascio acuto di catecolamine. Il cuore rappresenta un organo bersaglio e il quadro clinico può mimare quello di diverse forme di cardiopatia, rendendo la diagnosi particolarmente difficile. La risonanza magnetica cardiaca rappresenta un valido strumento non invasivo per lo studio delle cardiomiopatie e consente di identificare un pattern di danno miocardico ascrivibile alle catecolamine oltre a permettere, in alcuni casi, di individuare il tumore primitivo. Il trattamento definitivo è chirurgico, mentre le crisi acute possono richiedere un supporto meccanico al circolo. Riportiamo il caso di un uomo di 25 anni con riscontro di feocromocitoma, complicato da miocardite indotta da catecolamine e scompenso cardiaco.