Area Abbonati
LoginPassword
 





Per visualizzare il testo completo effettuare l'accesso


Ruolo dell'ecocardiografia per la valutazione della disfunzione ventricolare sinistra da trattamenti oncologici

Donato Mele, Marianna Nardozza

RIASSUNTO: L’uso dell’ecocardiografia per la valutazione dell’idoneità a trattamenti oncologici potenzialmente cardiotossici e per il follow-up dei pazienti trattati è sempre più frequente e costituisce un problema sanitario rilevante per la necessità di esami ripetuti più volte nel tempo. Nonostante gli avanzamenti tecnologici dell’ecocardiografia, vi sono ancora incertezze su come utilizzare al meglio questa metodica per identificare e guidare il trattamento della cardiotossicità. Scopo di questo articolo è discutere il ruolo dell’ecocardiografia nello studio della disfunzione ventricolare dovuta a trattamenti oncologici, al fine di chiarire quali sono le informazioni ecocardiografiche da fornire, le tecniche da impiegare e le strategie da mettere in campo per razionalizzare il più possibile l’impiego della metodica in ambito cardioncologico.