Caricamento...

Un disturbo di conduzione
o un’alterazione del tratto ST?

Francesco Vitali1, Cristina Balla2

1Cattedra di Cardiologia, Università degli Studi, Ferrara

2U.O. Cardiologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, Cona (FE)

Diagnosi ECG?

1. Ipertrofia ventricolare destra

2. Infarto anteriore con sopraslivellamento del tratto ST

3. Blocco bifascicolare e blocco atrioventricolare di primo grado

4. Pattern di Brugada tipo 1

Descrizione del caso

Uomo di 74 anni riceve visita cardiologica dopo episodio sincopale non spiegato. Ecocardiogramma nei limiti.

Descrizione dell’ECG

Ritmo sinusale a 74 b/min, onda P nei limiti, blocco atrioventricolare di primo grado (210 ms), QRS allargato
(160 ms) con morfologia a emiblocco anteriore sinistro e con rotazione consensuale sul piano orizzontale, nelle derivazioni precordiali destre (V1 e V2) evidenza di sopraslivellamento del tratto ST seguito da un’onda r’ e da un’onda T negativa (aspetto ST con andamento discendente ripido senza punto J riconoscibile) con frammentazione del QRS (evidente in V2), intervallo QTc lievemente prolungato (Fridericia 468 ms).




Discussione

Classico esempio di pattern di Brugada tipo 1 associato a blocco atrioventricolare di primo grado ed emiblocco anteriore sinistro. Si presenta come un sopraslivellamento del tratto ST ≥2 mm in ≥1 derivazione precordiale destra (V1-V3), seguito da un’onda r’ e da un tratto ST concavo o rigido discendente che termina con onda T negativa e simmetrica senza punto J riconoscibile. In questo caso particolare, inoltre, sono presenti blocco atrioventricolare di primo grado, emiblocco anteriore sinistro e frammentazione del QRS in V2, nel complesso fattori incrementali di rischio.