Area Abbonati
LoginPassword
 





Per visualizzare il testo completo effettuare l'accesso


Follow-up dei pazienti sottoposti ad intervento per dissezione aortica acuta di tipo A: evidenze e controversie

Paolo Berretta, Mauro Iafrancesco, Fabrizio Settepani, Donato Mele, Giovanna Di Giannuario, Michele Murzi, Pasquale Fratto, Paolo Giuseppe Pino, Domenico Mangino, Antonella Moreo, Marco Di Eusanio

RIASSUNTO: La dissezione aortica acuta di tipo A (DAA) è una patologia letale per la quale l’intervento chirurgico rappresenta l’unica terapia efficace. L’obiettivo primario della chirurgia è prevenire la rottura intra- pericardica dell’aorta mediante la sostituzione dell’aorta ascendente e l’escissione del tear intimale prossimale per ripristinare una perfusione efficace del vero lume distale. Nei pazienti sottoposti ad intervento per DAA esiste tuttavia un rischio non trascurabile di progressione della patologia con insorgenza di eventi aortici avversi, sviluppo di aneurismi cronici post-dissezione, e necessità di reinterventi aortici sia a livello prossimale che dell’aorta distale. Ad oggi tuttavia non esistono chiare evidenze per il corretto management del follow-up clinico e strumentale di questi pazienti. Scopo di questa rassegna è analizzare le evidenze e le controversie e valutare il ruolo dei possibili fattori prognostici chirurgici, clinici e strumentali per la gestione dei pazienti sottoposti ad intervento chirurgico per DAA.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481