Area Abbonati
LoginPassword
 





Per visualizzare il testo completo effettuare l'accesso


Gestione della coronaropatia asintomatica nei pazienti candidati ad impianto transcatetere di valvola aortica

Mateusz Orzalkiewicz, Francesco Saia

RIASSUNTO: Nel percorso diagnostico dei pazienti con stenosi valvolare aortica severa il riscontro di malattia coronarica è frequente. In questo scenario, il “gold standard” terapeutico era rappresentato dalla sostituzione valvolare chirurgica associata ad intervento di bypass aortocoronarico. Con l’avvento dell’impianto transcatetere di valvola aortica (TAVI) la gestione ottimale di eventuali patologie coronariche associate è oggetto di discussione, soprattutto quando clinicamente silenti. In questa rassegna, sono discussi i principali studi clinici e gli attuali punti di vista riguardo alla definizione e alle implicazioni prognostiche della coronaropatia nei pazienti sottoposti a TAVI, oltre al potenziale ruolo ed ai limiti della valutazione funzionale invasiva delle stenosi coronariche nei pazienti con stenosi aortica severa. Vengono inoltre riassunti i principali snodi decisionali riguardo ad eventuali interventi di angioplastica coronarica (PCI) come la tempistica della procedura, la completezza della rivascolarizzazione nel contesto della complessità della malattia e il rischio associato alla procedura di PCI. Infine, sono menzionati i principali studi in corso sull’argomento, che dovrebbero chiarire i principali dubbi diagnostico-terapeutici.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481