Area Abbonati
LoginPassword
DOI 10.1714/660.7683 Scarica il PDF (307,9 kb)
G Ital Cardiol 2010;11(10 Suppl. 1):21S-26S



L'extrasistolia ventricolare isolata: quando e come trattarla

Daniele D'Este, Maria Domenica Sorbo

Le extrasistoli ventricolari isolate sono di comune osservazione nella pratica clinica, sia in soggetti sintomatici che in soggetti asintomatici. In questi ultimi il riscontro dell’aritmia è abitualmente casuale, per lo più in occasione di visite di screening. Nella maggior parte dei casi queste aritmie sono benigne e non necessitano di alcun intervento. In alcuni casi esse sono invece epifenomeno di una patologia cardiaca aritmogena, talora potenzialmente minacciosa, o possono condurre a una disfunzione contrattile del ventricolo sinistro. Un’attenta analisi dell’ECG e una corretta valutazione clinico-strumentale sono fondamentali per identificare i soggetti che necessitano di intervento terapeutico.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481