Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (252,7 kb)
G Ital Cardiol 2005;6(11):730-734



Un caso di "ballooning syndrome" con localizzazione atipica anteriore

Pietro Mazzarotto, Paolo Stecconi, Francesco Gemelli, Michele Azzarito, Fausto Farnetti

Una donna di 59 anni veniva ricoverata per dolore toracico correlato a forte stress emotivo, elettrocardiogramma suggestivo di ischemia miocardica, moderata elevazione della troponina I e acinesia della parete anteriore del ventricolo sinistro all’ecocardiogramma. La coronarografia confermava l’acinesia della parete anteriore e documentava lieve riduzione concentrica del calibro dell’ostio della discendente anteriore in coronarie per il resto indenni. Nei mesi successivi la paziente riferiva occasionali dolori toracici atipici non correlati a sforzo. Un ecocardiogramma a 30 giorni documentava la scomparsa dell’acinesia anteriore evidenziata in fase acuta. Un test ergometrico a 90 giorni riproduceva la sintomatologia atipica con alterazioni elettrocardiografiche non diagnostiche. La coronarografia evidenziava normale cinesi segmentaria del ventricolo sinistro e persistenza della lieve riduzione di calibro dell’ostio della discendente anteriore. L’ecografia intracoronarica della discendente anteriore dimostrava assenza di placche ateromasiche in tutto il vaso, incluso l’ostio.
Il caso può essere inquadrato come una variante della sindrome “tako-tsubo-like”, cardiomiopatia acuta caratterizzata da un quadro clinico di sindrome coronarica acuta correlata a intenso stress emotivo e transitoria acinesia distrettuale del ventricolo sinistro a coronarie indenni. Il caso descritto è tipico per causa scatenante, quadro coronarico ed evoluzione clinica ed è peculiare per la localizzazione delle alterazioni cinetiche e per la dimostrazione ultrasonografica di totale assenza di ateromasia coronarica.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481