Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (214,4 kb)
G Ital Cardiol 2004;5(10):824-828



Un caso di sincope di origine cardiogena in paziente farmaco-dipendente

Grazia Portale, Federica Straccamore, Marinella Mazzone, Cristina Mirabella, Luigi Carbone, Giulia Pignataro, Americo Testa, Marcello Covino, Nicolò Gentiloni Silveri

La torsione di punta è una tachicardia ventricolare polimorfa associata ad intervallo QT allungato e caratterizzata da oscillazione del QRS intorno alla linea isoelettrica. La sindrome del QT lungo si divide in due categorie, congenita e acquisita. La sindrome del QT lungo congenita può essere causata da alcune mutazioni genetiche, mentre quella acquisita è generalmente associata a farmaci e a squilibri elettrolitici. Di solito resta asintomatica o causa presincope, sebbene possa degenerare in fibrillazione ventricolare e provocare morte improvvisa. Differenze nella presentazione dipendono dal polimorfismo che caratterizza l’espressione genotipica e fenotipica delle subunità proteiche dei canali e dalla tossicità dei farmaci che provoca malfunzionamento di una o più subunità.
Il caso clinico presentato è un esempio di sindrome del QT lungo in un paziente con abuso di cocaina ed alterazioni elettrolitiche.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481