Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (119,2 kb)
G Ital Cardiol 2004;5(12 Suppl. 10):26S-36S



La valutazione multidimensionale dell'anziano con scompenso cardiaco

Donatella Del Sindaco, Giuseppe Zuccalà, Giovanni Pulignano, Alberto Cocchi

Lo scompenso cardiaco cronico rappresenta un importante problema sanitario la cui prevalenza aumenta con l’età. Il quadro clinico e la prognosi sembrano differire significativamente negli anziani rispetto ai pazienti più giovani. Studi condotti in ambito geriatrico e cardiologico indicano che l’anziano con scompenso cardiaco è un individuo fragile e complesso in cui molteplici elementi, oltre alla severità della cardiopatia, concorrono a condizionare il quadro clinico e la prognosi. La presenza di deficit sensoriale e cognitivo compromette la capacità di comunicare efficacemente con il paziente. Problemi di carattere sociale, emotivo, funzionale ed economico possono avere conseguenze sullo stato di salute e sui comportamenti di autocura. Questo articolo descrive i principi e gli scopi della valutazione multidimensionale. La valutazione deve comprendere uno studio del grado di autosufficienza, delle condizioni socio-ambientali e dello status psico-cognitivo. Le evidenze disponibili indicano che modelli gestionali improntati sulla valutazione multidimensionale e su un approccio multidisciplinare possono avere un impatto positivo sugli outcome e sulla qualità ed i costi dell’assistenza.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481