Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (1.257,1 kb)
G Ital Cardiol 2003;4(7):602-604



Tachicardia reciprocante nodale con blocco 2:1 della conduzione anterograda

Aldo Merlino, Franco Badessa, Paolo Grasso, Giovanni Pizzimenti, Ludovico Vasquez

Viene presentato il caso di una paziente giunta al Pronto Soccorso con una tachicardia regolare a QRS stretti con frequenza 100 b/min e onde P negative nelle derivazioni inferiori, poste quasi a metà strada fra due QRS. Dopo qualche minuto la frequenza della tachicardia è passata da 100 a circa 190 b/min e il quadro elettrocardiografico è divenuto tipico di tachicardia da rientro nodale. L’aritmia è stata interrotta con verapamil e.v. Il complesso delle osservazioni suggerisce una tachicardia da rientro nodale che in una fase iniziale presentava blocco anterogrado 2:1.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481