Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (264,7 kb)
G Ital Cardiol 2002;3(7):770-775



Effetto proaritmico del propafenone in donna con epatopatia: è sempre un farmaco di semplice utilizzo nella pratica clinica?

Enzo Hrovatin, Rita Piazza, Marco Brieda, Ermanno Dametto, Fabio Zardo, Claudio Burelli, Matteo Cassin, Gian Luigi Nicolosi

Una donna di 65 anni con una storia di epatopatia alcolica è stata accolta in un reparto di medicina per uno stato febbrile e vomito. Durante il ricovero inizia un trattamento con digitale e propafenone per la presenza di una fibrillazione atriale a rapida risposta ventricolare. Dopo alcuni giorni, in ritmo sinusale, improvvisamente compare una sintomatologia compatibile con un’intossicazione da propafenone e aritmie ventricolari minacciose che, in breve tempo, assumono caratteristiche di una tempesta aritmica ventricolare, refrattaria a ogni tipo di trattamento.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481