Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (94,1 kb)
G Ital Cardiol 2002;3(9):952-954



Chiusura di fistola coronarica con sistema "Amplatzer duct occluder"

Angelo Ramondo, Giandomenico Tarsia

Il nostro lavoro riguarda una paziente di 54 anni affetta da cardiopalmo recidivante da fibrillazione atriale parossistica, a cui è stata diagnosticata dopo il riscontro di un soffio cardiaco continuo, una fistola congenita tra l’arteria coronaria destra e l’atrio destro. Considerata la sintomatologia della paziente e la marcata dilatazione della fistola stessa, è stata posta indicazione all’intervento di chiusura per via percutanea.
L’originalità del caso è rappresentata dall’anatomia della fistola coronarica e dal sistema di chiusura utilizzato. Attraverso la vena e l’arteria femorale è stato creato un loop artero-venoso a livello della fistola. Tramite esso è stato avanzato e poi rilasciato con successo il sistema di chiusura “Amplatzer duct occluder”. La paziente al controllo ad 1 mese era assolutamente asintomatica, e all’auscultazione cardiaca non si apprezzava alcun soffio.
Vengono discusse le linee guida attuali per il trattamento delle fistole coronariche e le varie tecniche di chiusura percutanea.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481