Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (245,7 kb)
G Ital Cardiol 2002;3(11):1105-1111



Variazioni della durata e dell'asse del QRS con differenti siti ed intervalli di stimolazione in ventricolo destro

Franco Mascia, Luciano Fattore, Miguel Viscusi, Pasquale Golino, Vincenzo Di Donna, Vincenzo Ricciardiello

Razionale. Scopo del nostro lavoro è stato quello di ottenere, con stimolazioni alternative nel solo ventricolo destro, una resincronizzazione dell’attivazione del ventricolo sinistro.
Materiali e metodi. In 12 pazienti (9 maschi e 3 femmine, età media 61.7 ± 19.5 anni), affetti da sincope senza alterazioni della conduzione intraventricolare, durante studio elettrofisiologico endocavitario, abbiamo effettuato in ventricolo destro stimolazione monosito dall’apice, dall’efflusso e dal setto medio, e bisito contemporanea ad intervalli variabili di 10, 20 e 30 ms. Complessivamente sono state effettuate 16 stimolazioni alternative alla tradizionale apicale in ogni paziente.
Risultati. In tutti i pazienti è stata documentata la possibilità di una normalizzazione o variazione dell’asse elettrico dell’ECG. La minore durata media del QRS è stata ottenuta con stimolazione bisito contemporanea o ad intervalli variabili e precisamente il QRS medio è stato di 137 ± 13 vs 170 ± 20 ms della tradizionale apicale destra.
Conclusioni. I nostri dati dimostrano che è possibile ottenere una resincronizzazione del ventricolo sinistro con la sola stimolazione ventricolare destra. La metodica consente di identificare il sito o i siti ottimali di stimolazione e di ottenere il QRS più stretto possibile e personalizzato per ogni paziente. Sono da valutare con ulteriori studi gli eventuali e potenziali benefici emodinamici.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481