Area Abbonati
LoginPassword
 Scarica il PDF (211,3 kb)
G Ital Cardiol 2001;2(7):733-747



Recettori piastrinici di membrana e rischio cardiovascolare: dalla struttura alle possibili implicazioni cliniche

Marisa Carluccio, Nicoletta Vesentini, Raffaele De Caterina

Le piastrine presentano proteine recettoriali di membrana la cui struttura si è adattata, nel corso dell’evoluzione, ad arrestare l’emorragia. Questi recettori sono implicati tuttavia ancorché nella trombosi, e la loro variabilità strutturale è probabilmente in grado di spiegare parte della variabilità nella suscettibilità interindividuale agli eventi trombotici. Questa rassegna offre una panoramica sulla struttura molecolare e la funzione dei recettori piastrinici di membrana studiate anche in rapporto alla variabilità della funzione piastrinica nella popolazione generale, nell’intento di coglierne altresì le possibili implicazioni per il rischio aterotrombotico.

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1972-6481